.


Benvenuti . . .

Patrizia
. . .il mio mondo e poi di tutto un po'

...Ti porto fortuna !!!

*°*°*





Natale è un appuntamento a cui non puoi mancare, perché è una danza di profumi delle tue stagioni di vita, nelle continue attese di incontrare la magia che scende come la neve a imbiancare i cuori, anche quelli più neri.
Buon Natale amica mia carissima, a te e a tutti i tuoi cari che sono ormai anche un po' miei.
Con tanto affetto .....

Marisa

Riccardo e Daniele ... Noi siamo piccoli ma cresceremo!

UNA SPOLVERATINA E UNA PENNELLATA DI COLORE AI RICORDI PIU' DOLCI E COCCOLOSI , PROPRIO . . . COME UN PITTORE !



Noi siamo piccoli...ma cresceremo from Patrizia Calvi on Slide.ly.

venerdì 16 aprile 2010

Prasomaso - Valtellina


                        
Scrapbooking at WiddlyTinks.com
                                                          
In fondo non ho mai dimenticato il mio "soggiorno" a Prasomaso, forse perchè ha segnato un lungo periodo della mia infanzia...

 


...all'epoca dei fatti non avevo ancora compiuto 6 anni e la mia sorellina aveva 3 mesi quando fui ricoverata in preventorio per le conseguenze causate da quella che allora sembrava una banale malattia infettiva come il morbillo.
A Prasomaso sono rimasta dal mese di giugno 1961 al mese di ottobre 1962.
Quando sono ritornata a casa, per mia sorella Cinzia, che nel frattempo era cresciuta ed aveva quasi due anni, ero un'estranea e ricordo che per un certo periodo mi ripeteva spesso:"...senti bambina che ti chiama la tua mamma" e cercava di mandarmi via spingendomi verso la porta. Era passato veramente tanto tempo e prima che le cose tornassero alla normalità ce ne volle altrettanto.  Forse, sarà per questo motivo che adesso io e Cinzia siamo molto unite....



Di quei lunghi mesi trascorsi in Valtellina, ho dei ricordi molto nitidi: ricordo molto bene i nomi di alcune persone come ad esempio la maestra Rita Filippini, il dott. La Manna, Suor Piera Longaletti, Suor Felicita Patelli, ma mi sfugge il nome del frate con una lunga barba (forse bianca) che veniva spesso a trovarci e che mi sollevava da terra tenendomi sul palmo della mano tanto ero minuta! Mia mamma conserva alcune fotografie che mi ritraggono con altre bambine più o meno della stessa mia età, alle quali collego i nomi di: Rosella Longoni, Silvana Mascheroni (mi sembra fosse di Meda), Patrizia Garavina, (con la quale litigavo alla consegna della posta perchè, oltre ad essermi omonima anche lei aveva una sorella che si chiamava Cinzia, come la mia  e  così, ogni volta, si creava confusione con le cartoline che ricevevamo da casa! Per la mia famiglia quel periodo è stato bruttissimo: mia mamma, ancora oggi, quando ne parla si commuove; ma è stata brava,  perchè raccontandomi spesso di Prasomaso mi ha permesso di non dimenticare e di mantenere vivi tanti aneddoti. Ero piccola, perciò, le prime settimane, in isolamento, ero molto triste e piangevo spesso ma, a distanza di tempo di quei giorni, mi sono rimasti solo i ricordi belli impressi nella memoria. Ora so che tante persone che ho incontrato lì mi hanno voluto bene; probabilmente molte non ci sono più, ma se sono guarita e oggi sono una mamma felice è anche merito loro, perciò dico GRAZIE. Mi piacerebbe ritrovare in questo spazio, qualche ex bambina come me, magari di quelle che ho nominato. Mi sembra, comunque, guardando le fotografie di Fiorenza (che assomigliano molto alle mie) di ricordare vagamente il suo viso, può darsi che fossimo "compagne di avventura"! Saluto tutti voi che come me avete condiviso l'avventura di Prasomaso e vi assicuro che anch'io provo dispiacere nel vedere dalle fotografie che brutta fine ha fatto il "nostro" preventorio. A presto. Patrizia.



Questo è il mio "PRIMO CONTATTO" inviato al sito di Prasomaso il 3 settembre 2008. Sito che un giorno, quasi per caso, digitandone il nome sulla tastiera del mio MAC,  è magicamente apparso,......è cominciata così questa bella storia che mi h permesso di incontrare nuovi amici coi quali oggi condivido tante emozioni.

Un grazie a Marisa che con infinita pazienza ha recuperato i primi contatti di tutti gli ex bambini o ragazzi di Praso, dandomi  così la possibilità di pubblicarlo in questo post.


 Eccomi in alcune foto di quel periodo                         


























 


 


2 commenti:

Marisa ha detto...

Patrizia, brava, bellissimo tutto l'insieme... non avevo dubbi. E grazie per avermi nominata. Un bacione!

stefanover ha detto...

Anche io sono stato a paradosso nel 1961... Per un anno circa Stefano.

Forrest Gump soundtrack

Per vedere i post precedenti, clicca sopra la scritta Post più vecchi

.

Che tempo farà a . . . .

.

La Top-Post dell'ultima settimana. Al 1° posto troviamo . . .

Questo è il mio Fornetto che evoca dolci ricordi della mi infanzia!

Questo è il mio Fornetto che evoca dolci ricordi della  mi infanzia!
(della Ditta Agnelli di Bergamo)

BLOG ...DA ACQUOLINA IN BOCCA!

aforismi


I miei aforismi preferiti

Non c'è speranza senza paura e paura senza speranza.
Vicino a chi soffre ci sia sempre un cuore che ama.
(Beato Giovanni Paolo II)

Avere un posto nel cuore di qualcuno significa non essere mai soli. (R. Battaglia)

Grazie ai sogni, si possono ritrovare oggetti smarriti,
persone lontane, guarire i mali dell'anima e del corpo
e vivere felici.
(R. Battaglia)

Chi pianta cortesia, raccoglie amicizia,
chi pianta gentilezza raccoglie amore.
(Anonimo)

Le piante e i fiori sono come i progetti: alcuni non si sviluppano, altri crescono quando meno ce lo aspettiamo.

(Romano Battaglia)

Le parole gentili sono brevi e facili da dire, ma il loro eco è eterno. (Madre Teresa)


I miracoli sono sull'uscio di casa...
Basta saperli accogliere come fiori sbocciati in un
deserto di sabbia. Sono fatti di amore, chiarezza e speranza.
(R. Battaglia)

I ricordi sono nastri colorati
da appendere al vento
e non statuine di cristallo
da tenere chiuse in uno scrigno.

(Terry Brooks)


Chi segue gli altri non arriva mai primo.
Libertà è scegliere.
(Pericle)

Bisogna essere pronti a contraddire gli altri senza ostinazione e lasciare, senza adirarsi, che gli altri ci contraddicano.
(Cicerone)

Chi mi ama mi segue, chi mi odia mi insegue.
(Josè Mourinho)

i love my family